dimanche 20 août 2017

A te

paul cooper
ricordo quell'alba favolosa ,di un rosso meraviglioso, erano le sei ed io ero quasi arrivata all'aeroporto  e tu già eri andato via. Una telefonata presa al volo  ed eccoci qui, io e la mamma  da te. Che il giorno dopodovevi essere
già nel tuo nuovo locale, l'ennesimo,  in attesa dell'inaugurazione , del quale  io non lo sapevo ma  a me ne sarei dovuta occupare ,io che non capivo un tubo di conti banche  fornitori  tasse  personale  riunioni fatture e cose così. Invece ho dovuto imparare in fretta, ma quello che mi è costato di più quel bellissimo mattino d'agosto  è stato aprire quella porta e rimanere un passo indietro  con la mamma che diceva: "entra. .sembra che dorma." cazzo dici mamma!! non vedi che è strano che il papà stia così? immobile e con il lenzuolo che gli copre le mani ...beh, mi sono fatta coraggio anche perché lei  aveva bisogno di me e mi sono avvicinata. Conoscendoti e sapendo che sei un burlone dissacratore  ti dicevo :" dai papà..smettila di scherzare ,svegliati, non mi piace questa cosa.".ma tu non ti sei più svegliato da quel mattino e sei andato via come una foglia al vento..in silenzio e senza disturbare. Mi manchi ancora tanto sai?  perché ho paura di scordare il tono della tua voce e dimenticare il tuo viso. Il telefono della mamma che ha ancora il tuo numero ogni volta  che  mi squilla  leggo  " papàmamma". Si perché non c'è cosa peggiore che non pronunciare  più la parola papà...
Al tuo funerale  era impossibile piangere e fare tutto  perché c'era tantissima gente che mi baciava che io nemmeno conoscevo . Mi ha sconvolto piacevolmente vedere le lacrime dei tuoi ragazzi stagisti tutti più giovani di me  ,che mi sembrava di essere vecchia decrepita. .

Ecco vedi..

ogni anno puntualmente io ti scrivo qui, così..ma  stavolta ho lasciato passare un giorno per vedere se riuscivo a fare senza di te ma impossibile. E domani mi toccherà  venire in quel luogo triste e brutto pieno di sassolini e con quel profumo nauseante di fiori recisi ...

Mi consola il fatto che sei  in compagnia lassù: con la nonna (uhh che ridere ,manco la sopportavi ) e con la mia amica Patty.. magari  stai cucinando  per loro nel ristorante paradiso

Tvb
Nicoletta

7 commentaires:

  1. Poco da aggiungere a questo commovente e sincero ricordo...ogni parola infatti sarebbe superflua.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Grazie Riccardo per la sensibilità . Ogni anno cerco di ricordarlo prima he affievoliscano i ricordi :)

      Supprimer
  2. Ogni anno leggo queste tue parole, ogni anno uguali, ma ogni anno diverse e questo vuol dire che il suo ricordo è ancora vivo e vitale in te.
    Anche mio padre ha conservato il telefono di mia mamma e quando squilla c'è il suo nome...
    Poi, quel posto brutto e pieno di sassolini... dai che non è così, oggi ci sarà pure il sole... :o)

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. ..quel posto non lo so ancora affrontare. Mi da l'ansia e non ci vado quasi mai da sol .) Invece tu sei speciale perché dici sempre che è bello andarci perché rivedi i vecchi amici:)

      Supprimer
  3. Sofferenza che costa molto interiormente, lascia tracce profonde. Buongiorno

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. si, nonostante sia passato qualche anno puntualmente riaffiorano i ricordi e la nostalgia. Un abbraccio

      Supprimer
  4. ... Ricordi che non moriranno mai e ti continuerà' a stare vicino .

    Rosy

    RépondreSupprimer