mercredi 16 août 2017

Donne sull'orlo di una crisi di nervi

Questo è il giorno dopo ferragosto. Inutile dire che   mi sono tolta un peso; si perché io odio Agosto  e il ferragosto .  L'anno per me  inizia a Settembre  e anche il clima   lo adoro.. Stamattina  sveglia presto , in banca per delle cosette  e poi al super. Diosanto non c'è di meglio per me che perdermi nelle corsie.  Ci sto un paio di orette, prendere in mano l'articolo,  leggere l' etichetta  e  il più delle volte riporlo al suo posto ..ecco, tutto questo non ha prezzo.  Rdo quando ci penso perché  nessuno mi vuole accompagnare per questo motivo  , io sono così, ho bisogno dei mie tempi. vedi che poi ,
foto mia
all'uscita  incrocio Elisa, la mamma di una mia allieva  ,stilista , e amica ..non ci sentivamo da un po'  e complice i nostri carrelli pieni  ci siamo fermate  all'angolino bar dell'ingresso e ci siamo ascoltate. Lei è più coraggiosa, la decisione sofferta l'ha presa  e sta malissimo. Così come sto io adesso .  Ogni giorno  ho sempre di più la consapevolezza che non puoi vivere accanto ad una persona solo perché  ti unisce  un passato e dei figli.   Io non ce la faccio proprio più ma basta e poi basta. Anche adesso,
avrei voglia di quella cosa lì.  E siccome non la nomino mai qui  per paura di urtare chi mi vuole bene ..ebbene la dico. Cazzarola avrei voglia di essere presa  e sbattuta al muro con due mani che prepotentemente ti alzano il vestito sui fianchi e ti fa sua. Così, senza un preliminare , solo per sentire il piacere puro e quell'andrenalina  che ti sale al cervello. Altro che farfallne nello stomaco

e oggi è solo il giorno dopo  ,di un ferragosto passato in una piscina di lusso in mezzo a gente  che  proprio non mi piace per niente, lontana anni luce da me . Io sono quella  delle passeggiate dei pavoni sul tetto , dei ricci che ti attraversano la strada e se non stai attenta li spiaccichi. Sono quella del vivi leggero, dello scrollarsi addosso i momenti difficili. E sono anche quella che  fa l'amore sotto un albero all'ombra  in un posticino  vicino alla riva del lago e sono quella scema romantica che crede ancora nel principe azzurro
 Juliet

12 commentaires:

  1. ciò che scrivi da proprio il senso di libertà. Ciao

    RépondreSupprimer
  2. ...eeeeh beata gioventù! Avessi qualche anno di meno, ci penserei io a te, senza troppi preamboli! Ma mi sa che, per qualsiasi cosa...avrei minimo minimo, bisogno che tu mi aiutassi. Un saluto (accaldato, come il tuo post).

    P.S. a fare la spesa sono bravissimo, lì si che potrei aiutarti!

    RépondreSupprimer
  3. Ahhah, terribile il perdersi nelle corsie del supermercato XD, specie d'agosto, quando nei supermercati mettono l'aria condizionata impostata su "Polo Nord".

    E' un post crudo, sincero, reale.

    Apprezzo la sincerità perché in genere per le donne parlare apertamente di certi argomenti è un vero e proprio tabu'.

    Non conosco bene la tua situazione, ma per come la vedo io, credo che sia fondamentale pensare a ciò che è più giusto per noi stessi, quindi devi fare quello che senti sia la cosa migliore per te e a questo punto credo anche per i figli, perché in questi casi è meglio una cruda verità di una bellissima bugia.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Grazie, qui ci sono i lavori in corso ed è un macello:))
      sono sincera si, mi piace stare qui e raccontarmi ..vivo questo diario come una sorta di analista personale e molte volte scrivo cose che nemmeno io ne sono a conoscenza, impressioni pensieri e molto di più. ameno finchè dura. Buona giornata Riccardo

      Supprimer
  4. Che bello sentirsi vive ed avere ancora dei desideri come i tuoi! Da quel lato io ho raggiunto la pace dei sensi e ne sono felice. Il desiderio di cambiare aria, invece, quello c'è. E dire che l'ho fatto tante di quelle volte....ma dopo un po' l'aria ricomincia a farsi soffocante e si ripresenta il desiderio di fuga. Buon fine settimana

    RépondreSupprimer
  5. Surfinia, ho bisogno di sentirmiviva e di guardare avanti per me stessa e per chi mi sta vicino .. ti confesso che spesso mi vien voglia di prendere il primo treno e di mollare tutto e tutti. Ma poi mi chiedo cosa risolvo scappando. Non da me stessa sicuramente . e poi cosa c'è di più mbello che fare l'amore magari un pomeriggi di pioggia dove i pensieri sono lì lì che non se ne vogliono andare ? Un abbraccio sincero e complice. A presto:)))

    RépondreSupprimer
  6. Non posso risponderti in pubblico :)

    RépondreSupprimer
  7. Réponses
    1. anche tu quando racconti le tue cose :))))

      Supprimer