mercredi 4 octobre 2017

Fotoricordo


Da bambina ,passavo i pomeriggi dopo la scuola  a casa del nonno Jago e nonna Anna. Era una casa sempre calda, accogliente ; mi sembra di sentire ancora ancora il rumore dei pedali  della macchina da cucire di nonna , e il profumo di brodo  al sedano sul fornello. Ricordo con molta nostalgia la cura che lei  metteva nel preparare il pranzo a suo marito, con la tavola apparecchiata per bene , con la tovaglia linda pulitissima e il parmiggiano reggiano  con la grattugia che non mancava mai 

 Con lei ho imparato l'uncinetto,  i vari punti riso le catenelle  e le capette!! quante presine  conservo ancora..alcune addirittura le inamidava e non si muovevano nemmeno se ti mettevi lì  apposta a sgualcirle.
Era un luogo magico per una bambina come lo ero io, .adoravo aprire i cassetti e curiosare ,  e quando nonna è morta  ho ricevuto in regalo la sua scatola di bottoni. L'adoravo .... vi erano bottoni di ogni dimensione e foggia , anche quelli  madreperlati, grandi piccoli strani, colorati..e in mezzo elastici ,quelli bianchi per le mutande

e una scatola chiusa  vecchia ..
ecco, qui dentro c'erano tante di quelle persone da costruirci  tante storie.  e nonna mi raccontava chi era quella donna con il gonnone, o il bimbo  in posa con i pantaloncini corti...tutte foto vecchie  in bianco e nero, consumate  ma bellissime..
questa qui sopra ad esempio , risale a moltissimi anni fa  erano loro  coetanei  in posa davanti alla chiesa del paese.  Ancora ricordo  alcuni dei lori nomi,  

...che bello ricordare ogni tanto, è come tornare bambina

7 commentaires:

  1. E' bellissimo ricordare :): non bisogna rimanere prigionieri dei ricordi e della nostalgia, ma secondo me..è una bella medicina ricordare.

    Sai che la moglie (purtroppo scomparsa qualche anno fa) del cugino di mio babbo aveva un piccolo laboratorio in casa, in soffitta, dove cuciva? Capitava che i miei andassero via e magari mi lasciavano da lei; io le facevo compagnia, guardavo la tv (lei ne aveva una in questo piccolo laboratorio), ma mi piaceva tantissimo sentire, in sottofondo, il rumore dei pedali della macchina da cucire.

    Anche il mio è un bel ricordo :).

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Sono le immagini e le emozioni del passato che fanno parte di noi ed è bellissimo non dimenticare :))

      Supprimer
  2. Ricordare è necessario, penso.
    E poi, ricordi così antichi, puliti, dolci... perché no?
    Anche io ho memoria di momenti passati a casa dei nonni, negli anni.
    Certo, ora vivo proprio in una di queste case! :)

    Moz-

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. io ho sempre questa malinconia di sottofondo quando mi succede ..vorrei poter tornare indietro anche solo un giorno per ritrovare quell'atmosfera ,quel calore

      Supprimer
  3. La vita è un viaggio sul treno dove possiamo vedere dal vagone di coda il paesaggio appena superato che già sta cambiando. Il sapore degli anni che passano hanno per me lo stesso gusto di questa marmellata di mele renette.

    RépondreSupprimer
    Réponses
    1. Che bello quello che scrivi, e come lo fai . Riesci ad interpretare con meraviglia, grazie :))

      Supprimer
  4. Erano quegli anni in cui tutto visto ora ci sembrava migliore , colmo di umanità' , di semplicità , di amore.

    Rosy

    RépondreSupprimer